Il pane, essenziale per la nostra dieta

In una dieta equilibrata, almeno il 50% delle calorie totali deve provenire dai carboidrati contenuti negli alimenti, necessari per fornire all'organismo l'energia di cui ha bisogno per funzionare e svilupparsi correttamente.

Nel pane, i carboidrati sono presenti in una proporzione media pari a 50-60 g. Si tratta principalmente di amido (una parte del quale è amido resistente, un tipo di carboidrato a lento assorbimento). L'amido è il componente principale del chicco di frumento (di cui compone i due terzi). Sono presenti in quantità minori altri polisaccaridi quali cellulosa, emicellulosa, lignina e pentosio. Tra i prodotti derivati dell'amido, il pane contiene destrine, maltosio e glucosio.

La fibra dei cereali si concentra nella crusca, eliminata per ottenere farine bianche destinate alla preparazione di pane bianco. Per questo, l'apporto di fibra dietetica del pane integrale è notevolmente superiore a quello del pane bianco (circa 2-6 volte in più).

Il pane integrale si prepara con farina prodotta a partire dal chicco di cereale completo, esclusa la pellicola più esterna. Nel processo di panificazione, la fibra aumenta l'assorbimento dell'acqua, il tempo di sviluppo dell'impasto e la resistenza all'impastatura, mentre diminuisce la capacità di ritenzione del gas e di conseguenza anche il volume del pane; inoltre, rende più scura la mollica.

Pur non essendo un elemento nutritivo, la fibra è importante per i suoi numerosi vantaggi in termini di salute, il più noto dei quali è l'agevolazione del transito intestinale. Non essendo solubile, la fibra contenuta nel pane garantisce un maggior effetto lassativo.

Il pane fornisce vitamine idrosolubili del gruppo B, che l'organismo può immagazzinare solo in piccole quantità, e numerosi minerali necessari per varie funzioni fondamentali. Per questo, la dieta quotidiana deve garantirne un apporto sufficiente a soddisfare le esigenze del nostro organismo.

Nello specifico, il pane contiene vitamina B1 o tiamina, vitamina B2 o riboflavina, vitamina B3 o niacina, Vitamina B6 o piridossina e vitamina B9 o acido folico. Tra i minerali vi si ritrovano grandi quantità di fosforo, magnesio, calcio e potassio, e in misura minore altri elementi come sodio, ferro o iodio.

Sia le vitamine sia i minerali si concentrano nella crusca e nel germe, parti che vengono separate con il processo di macinazione. Di conseguenza, il pane bianco contiene quantità molto minori di vitamine e minerali rispetto al pane integrale. Insieme al maggior contenuto di fibra, questa è un'altra ragione per cui si consiglia di aumentare il consumo di pane integrale.